Sito istituzionale dell'artista

Questo spazio sintetizza l'attività artistica e professionale di Carlo Vighi e delle strutture collegate allo studio.

Vighi dipinge da 50 anni ed in questo lungo periodo ha prodotto opere pittoriche con le tecniche più svariate ed attraverso l'evoluzione di diversi stili: pittura della realtà, metafisica, astrazione ed ora IPERCONTESTO.

Origini del percorso di "IPERCONTESTO"

Linea NOEMA - dipinti di grandi dimensioni

Esposizione in corso e Catalogo della mostra

“Confluenze. Dialoghi d’arte tra antico e contemporaneo” è un incontro tra passato e presente
in un orizzonte concettuale e artistico che rivela relazioni, significati e rimandi.
Il linguaggio metafisico di Giorgio de Chirico, quello ipercontestuale fondato da Carlo Vighi
e Monica Daccò, si intrecciano con le costellazioni linguistiche delle collezioni del museo,
creando un dialogo fecondo. Come voci nella storia le opere alludono, suggeriscono, raccontano, invitandoci alla
ricerca, esplorando il raffinato gioco di luci e ombre, di allegorie e forme, di segni e parole.
Attraversando le sale del museo scopriamo legami nuovi e antichi e simboli che, percorrendo le
epoche con linguaggi pittorici differenti, trascendono il tempo.
Non soltanto oggetto estetico, l’arte si racconta, diventa esperienza vissuta dall’artista e
condivisa con gli altri: un’interpretazione che è partecipazione alla creazione, al senso del suo
essere in atto. È dunque un dialogo pregno di significati e continui rimandi che collega la ciclicità del tempo
universale della storia al tempo individuale della vita di ciascuno di noi.  
 
qqaaaaaaaaaFotolia_51812115_XS copia copia

Settore collezionisti

Link LUXELLENCE  Link Galleria del sito

 

Tema Monoliti "Oblivion"

"Quest'orizzonte incerto taglia ogni memoria muta / guizzanti nella rada, ombre parole…Sognare un ritorno e perdersi per strada" (L. Fontanella, Oblivion, 2008)